Creatività, Felicità, Lavoro, Orientamento, Soft Skills, Talento

Reinventarsi: Hai un sogno? Inseguilo!

Si muore tutte le sere, si rinasce tutte le mattine: è così. E tra le due cose c’è il mondo dei sogni.

HENRI CARTIER-BRESSON

Siamo abituati a correre dalla mattina alla sera: imbrigliati in schemi sociali e comportamentali che ci servono a vivere senza problemi e a portare avanti le nostre attività quotidiane.

A volte succede che quello in cui abbiamo investito le nostre risorse e il nostro tempo fino a quel momento comincia a sembrarci una cornice senza quadro, un tunnel alla fine del quale troviamo solo un vicolo cieco.

A questo punto, l’unico modo per ritrovare sé stessi e ambire al raggiungimento della felicità è di fermarsi, fare inversione di rotta e procedere fino a quel punto del percorso in cui ci sono tanti bivi e si può scegliere quale percorrere.

Reinventarsi, nella vita di tutti i giorni, nel proprio lavoro e nelle relazioni interpersonali, è il miglior investimento che si possa fare.

Se puoi sognarlo, puoi farlo.

WALT DISNEY

sogni che più ci stanno a cuore, spesso, non sono quelli che facciamo di notte quando dormiamo, ma quelli sui quali fantastichiamo ad occhi aperti, di giorno, quando pensiamo a noi e al nostro futuro: i pensieri più belli, infatti, sono proprio su quelle situazioni che vorremmo vedere esaudite e che riguardano la nostra vita sia personale, che lavorativa.

Avverare un proprio sogno nel cassetto è qualcosa di difficile, quindi: bisogna crederci sempre, anche quando sembra sfuggirci di mano…

E se volessimo reinventarci nel lavoro?

Cambiare lavoro può costituire per alcuni di noi un’impresa titanica: spesso nonostante il proprio mestiere non riesca più a dare soddisfazione e appagamento per motivi diversi, si preferisce rimanere nella propria comfort zone.

Reinventarsi dal punto di vista lavorativo è un altro investimento sul quale puntare.

Perché se si va avanti svolgendo una mansione che non piace o per la quale abbiamo perso interesse nel tempo, non si fa altro che perdere altro tempo.

Ricominciare fa paura, ma trovare la forza per farlo è il primo gradino nella scala che condurrà alla felicità.

Quello che si può fare è partire dalle nostre passioni, dal cercare di capire come trasformarle in un lavoro vero e proprio, quello che vorremmo fare per tutta la vita, quello che ci fa vivere, nel senso che ci fa sentire vivi ogni giorno.

Chi sono davvero? Chi potrei essere?

Il barlume del coraggio

Il coraggio di non piegarsi a una situazione già data, il coraggio di rimettersi in gioco, con una nuova idea un po’ pazza o rimettendosi a studiare, per acquisire nuove conoscenze e abilità che prima non ci servivano ma ora potrebbero aprire nuove strade, il coraggio di non stare fermi a guardarsi nel momento presente, ma di guardare avanti immaginando cosa si potrebbe ancora essere.

Reinventarsi è possibile. A qualsiasi età.

E se ce l’ha fatta qualcun altro, perché Noi no?

Vuoi raccontarci la tua storia? Scrivici 🙂

Rispondi